Endodonzia e Devitalizzazione dentaria

Conoscete l’endodonzia e la devitalizzazione dentale? Se non le conoscete, è arrivato il momento di aggiornarvi su queste due importanti procedure. L’endodonzia è un settore dell’odontoiatria che si occupa della prevenzione e del trattamento delle malattie della polpa e dei tessuti molli all’interno del dente. La devitalizzazione dentaria è una procedura che può essere utilizzata sia come cura preventiva sia per gestire alcune patologie dentali come la carie. Oggi analizzeremo che cos’è l’endodonzia, come funziona, quando la devitalizzazione dentale dovrebbe essere presa in considerazione nel trattamento della carie e i benefici associati a questo processo. Vi forniremo anche alcuni consigli generali per assicurarvi che i vostri denti rimangano sani, oltre a tutte le altre domande che potreste avere sulla cura della vostra bocca.

Devitalizzazione Dentaria: Endodonzia

Dal devitalizzare un dente, alle patologia della polpa dentale.

Devitalizzazione dentaria ed Endodonzia

Panoramica dell’endodonzia e della devitalizzazione dentale: cosa sono e perché sono necessarie

L’endodonzia e la devitalizzazione sono due termini usati per descrivere il trattamento endodontico di un dente infetto, malato o gravemente danneggiato. In sostanza, questo trattamento viene eseguito per salvare il dente e mantenerne l’integrità strutturale. Durante il trattamento, il tessuto morbido all’interno del dente viene rimosso e sostituito con un materiale speciale, prima di essere sigillato per impedire qualsiasi ulteriore infezione. Se viene eseguito correttamente, l’endodonzia può salvare il dente e prevenirne l’estrazione, riducendo al minimo il rischio di ulteriori infezioni e dolore. In definitiva, l’endodonzia e la devitalizzazione possono essere necessarie per mantenere un sorriso sano e funzionale!

Devitalizzazione dentaria
Valutazione 5 stelle
Valutazione 5 stelle
Valutazione 5 stelle
Valutazione 5 stelle
Valutazione 5 stelle
Centro molto accogliente e con professionisti davvero molto preparati. Ho avuto bisogno per una devitalizzazione e mi hanno risolto il problema in maniera impeccabile. 6 stelle per la loro assistente, Letizia, simpatica, disponibilissima ed estremamente cordiale sia al telefono che all’accoglienza! Complimenti
Recensione Google
Devitalizzazione dentaria
Valutazione 5 stelle
Valutazione 5 stelle
Valutazione 5 stelle
Valutazione 5 stelle
Valutazione 5 stelle
Mi avete in urgenza tolto il dolore e mi avete curato e guarito e la spesa è stata contenuta, sono estremamente grato e riconoscente.
Recensione Google

Vantaggi del trattamento endodontico

Il trattamento endodontico, comunemente noto come “devitalizzazione“, è spesso l’ultima risorsa per salvare un dente gravemente danneggiato. In questo processo, il dentista rimuove la polpa del dente, rimuovendo batteri, carie e altri tessuti danneggiati per prevenire l’ulteriore diffusione dell’infezione. Anche se a volte può essere un’esperienza fastidiosa, il vantaggio principale del trattamento endodontico è la possibilità di mantenere un dente che altrimenti sarebbe destinato ad essere estratto. Ciò è particolarmente importante poiché l’estrazione di un dente può causare altri problemi nella bocca, come una maggiore pressione sui denti vicini e persino sulle articolazioni della mandibola. Inoltre, il trattamento endodontico aiuta a prevenire l’ulteriore diffusione dell’infezione e può ridurre il rischio di gravi complicazioni dentali o mediche in futuro. In generale, se il tuo dentista ti consiglia il trattamento endodontico, probabilmente è per una buona ragione, quindi non aver paura di assumerti un impegno importante per la tua salute dentale e generale.La protesi fissa su impianti rappresenta una soluzione innovativa, in grado di migliorare notevolmente la qualità della vita dei pazienti, offrendo un sorriso durevole, funzionale ed esteticamente attraente.

F.A.Q. – Domande Frequenti

Devitalizzazione Dentaria?

La devitalizzazione dentaria, conosciuta anche come trattamento canalare o endodonzia, è una procedura odontoiatrica che viene eseguita quando il tessuto molle interno del dente, noto come polpa, diventa infiammato o infetto. Questa procedura è finalizzata a preservare il dente affetto, rimuovendo il tessuto danneggiato e sigillando il canale radicolare per prevenire ulteriori infezioni. Ecco cosa comprende generalmente il processo di devitalizzazione dentaria:

  1. Diagnosi e Valutazione: La devitalizzazione inizia con una valutazione del dente da parte del dentista.
  2. Anestesia: Prima di iniziare la procedura, il dentista somministra un’anestesia locale per garantire che il paziente non senta dolore durante il trattamento.
  3. Isolamento del Dente: Il dentista utilizza un campo operatorio, chiamato “gommapiuma” o “parodonto”, per isolare il dente dalla saliva e mantenerlo asciutto durante la procedura.
  4. Pulizia del Canale Radicolare: Il dentista pratica un piccolo foro nella corona del dente per accedere al canale radicolare. Quindi, rimuove il tessuto polpare infetto e pulisce accuratamente il canale con strumenti specializzati.
  5. Allargamento e Modellazione del Canale: Il canale radicolare viene allargato e modellato per consentire una pulizia più approfondita.
  6. Irrigazione del Canale: Il dentista utilizza soluzioni di irrigazione per eliminare eventuali residui di tessuto e batteri dal canale radicolare.
  7. Otturazione del Canale: Dopo la pulizia, il canale radicolare viene riempito con un materiale sigillante, spesso guttaperca. Il foro praticato inizialmente viene sigillato con una otturazione permanente.
  8. Ripristino della Struttura Dentina: In molti casi, specialmente se il dente è stato indebolito dalla carie o dalla procedura, potrebbe essere necessario un ripristino strutturale.
  9. Follow-Up e Monitoraggio: Dopo la devitalizzazione, il dentista monitorerà il dente per assicurarsi che guarisca correttamente.

Durante un trattamento canalare, il dentista rimuove la polpa infiammata o infetta, pulisce e disinfetta il canale radicolare, quindi riempie e sigilla il canale per prevenire ulteriori infezioni.

Dolore persistente, sensibilità al caldo o al freddo, gonfiore delle gengive, e la presenza di un ascesso dentale sono sintomi comuni che potrebbero richiedere un trattamento canalare.

Se non viene eseguito un trattamento canalare quando è necessario, l’infezione può peggiorare, causare dolore intenso e portare a problemi di salute più gravi.

Mentre il trattamento canalare salva il dente rimuovendo la polpa infetta, l’estrazione comporta la rimozione completa del dente. In generale, preservare il dente naturale è preferibile quando possibile.

Sì, dopo un trattamento canalare, il dente deve essere restaurato con una corona o altro tipo di restauro dentale per ripristinare la sua forza e funzionalità.

Di solito, il trattamento canalare viene eseguito sotto anestesia locale, quindi il paziente non dovrebbe provare dolore durante la procedura. Alcuna sensibilità post-operatoria è normale e gestibile con farmaci.

I nostri articoli sull’endodonzia

Nessun articolo